Slideshow
Chi siamo
FOTOGRAFO DI TERZA GENERAZIONE

Le foto del nonno, Isidoro Bertolini classe 1900 erano di genere ritrattistico, foto di famiglie con sala posa improvvisata con delle tende o foto fatte sui posti di lavoro come le miniere di Comasine o i campi di Vermiglio.
Sviluppava in casa le piastre di vetro che poi sono sono state sostituite dai negativi per poi impressionarle su carta con dei marchingegni che lasciavano filtrare la luce del sole per quei minuti che servivano, per poi immergere la carta impressionata nello sviluppo e successivamente nel fissaggio, poi si lavavano e si facevano asciugare alla luce del sole.

Le foto del papà, Cesare Bertolini classe 1927 sono spesso servizi di cerimonia o servizi ritrattistici di persone o paesaggi.
Inizialmente faceva sviluppare e stampare le foto a colori da laboratori specializzati, poi dopo aver imparato a trattare il colore e con l’aiuto dei figli Isidoro e Mauro ha aperto uno dei primi laboratorio a Colori per lo sviluppo e la stampa di negativi e diapositive nella Val di Sole. Ha vinto anche dei concorsi fotografici con foto in BN.

Isidoro Bertolini, classe 1966 da sempre nel mondo della fotografia, ancor da piccolo quando mio padre mi portava con se in solaio in una cameretta di pochi metri adibita allo sviluppo del BN, dove mi insegnava ad agitare le Tanc con dentro il negativo immerso nelle sviluppo, per poi sostituirlo con il fissaggio, sempre con il timer vicino per non sbagliare i tempi.
Poi si stampava, con un vecchio ingranditore si impressionava la carta per poi buttarla nella bacinella dove come per magia compariva la foto.

Con l'avvento della foto a colori, mio padre andava a Trento ad imparare a sviluppare il colore e mi portava sempre con sé perché imparassi anch’io.
Non avrei mai immaginato che in futuro avrei mandato avanti io da solo il laboratorio a colori.
Nel periodo del militare ho fatto una bellissima esperienza lavorando per 11 mesi come fotografo al uficio Stampa del 4° Corpo d’Armata Alpino a Bolzano, fotografando esercitazioni militari, visite di delegazioni straniere, foto aere con tutti i tipi di elicotteri militari spesso al fianco del Generale di Corpo d’Armata, fotografando i CASTA e fotografando la terribile disgrazia di STAVA.
Negli anni successivi la passione per la fotografia mi ha portato a scattare sempre più foto di genere giornalistico, lavorando per giornali quotidiani locali, fino ad ottenere nel 2003 l’iscrizione al ORDINE NAZIONALE DEI GIORNALISTI DI ROMA diventando giornalista PUBBLICISTA con tessera n° 101627.

Nel 2009 sono stato scelto, dal giornalista Andrea Tommasi, a far parte del libro "Fotocamera con vista" (23 fotografi raccontano il Trentino) tra i 23 migliori fotografi giornalistici del Trentino. 


Con l’avvento del digitale siamo stati i primi a crederci e a convertire tutte le attrezzature, il modo di scattare e di stampare, passando ad atrezzature digitali diventando il primo laboratorio digitale della Val di Sole.

OGGI LE VOSTRE FOTO E I NOSTRI SERVIZI FOTOGRAFICI LI STAMPIAMO SOLO CON TECNOLOGIE Hi-tech DI ULTIMA GENERAZIONE, A SECCO E SENZA USO DI CHIMICI EVITANDO AL MINIMO L'INQUINAMENTO DELL'AMBIENTE.